Giovani

Berlino propone a bambini e ragazzi dai 6 ai 16 anni di ripetere l'anno scolastico

La didattica a distanza non è stata sufficiente, gli studenti della capitale tedesca potranno decidere di "bocciarsi" da soli per approfondire meglio lo studio

Foto Ansa EPA/ETIENNE LAURENT

La Didattica a distanza non è stata certo un'esperienza piacevole per la gran parte degli studenti, molti dei quali hanno avuto difficoltà a seguire i programmi quet'anno forzati come erano a studiare da soli, in casa, e a interagire con professori e compagni solo attraverso uno schermo.

In Germania le autorità scolatiche hanno non pochi dubbi sull'efficacia di questo tipo di insegnamento, e per questo a Berlino potrebbe loro essere data la possibilità di ripetere un anno scolastico, di "bocciarsi" volontariamente per approfondire meglio le materie il prossimo anno, almeno ai bambini e ai ragazzi dai 6 ai 16 anni. I parlamentari della regione di hanno votato a favore di una modifica della legge per dare a tutti gli studenti della capitale questa possibilità. Come spiega il Guardian, fino ad ora gli alunni e i genitori non hanno mai potuto decidere autonomamente di ripetere l'anno, la decisione spettava agli insegnanti.

I genitori che decideranno di far ripetere al loro figlio l’anno scolastico, saranno tenuti a presentare una domanda scritta al preside e dovranno avere un incontro con un rappresentante della scuola per stabilire ciò che è nel migliore interesse dello studente. Ma la decisione non è priva di controversie. In una recente dichiarazione congiunta, un’organizzazione di direttori scolastici ha protestato contro il piano, dicendo di temere una "catastrofe organizzativa", con la conseguenza anche di ritrovarsi classi sovraffollate. Alcune delle altre 15 regioni tedesche stanno considerando di prendere un provvedimento simile.

Si parla di